Incentivi ed agevolazioni INCENTIVI DETRAZIONIAGEVOLAZIONI
INCENTIVI

Per promuovere l’efficienza energetica sono a disposizione delle aziende diversi strumenti di incentivazione e agevolazione. E-fase offre al cliente assistenza tecnica e burocratica per la predisposizione ed invio delle pratiche necessarie all’ottenimento di:

Certificati bianchi

Incentivo economico volto a premiare gli interventi che generano un risparmio energetico. Sono Titoli negoziabili rilasciati dal Gestore dei Servizi Energetici in misura proporzionale al risparmio energetico generato.
E-FASE, azienda certificata secondo la normativa 11352:2014 (Esco) ha accesso al Mercato dell’ Energia, questo le consente di effettuare operazioni di vendita dei Certificati Bianchi all’interno del mercato energetico (GME) gestendone i valori dagli stessi generati.

Come indicato nei chiarimenti in materia di diagnosi energetica nelle imprese del novembre 2016 pubblicati dal ministero dello sviluppo economico, le imprese obbligate alla redazione delle diagnosi energetiche ex art. 8 del d.lgs. 102/2014 devono prevedere l’implementazione di un sistema di monitoraggio EMS.

In particolare le imprese dovranno definire l’implementazione del piano di monitoraggio permanente in modo sia da tener sotto controllo continuo i dati significativi del contesto aziendale, che per acquisire informazioni utili al processo gestionale e dare il giusto peso energetico allo specifico prodotto realizzato o al servizio erogato. In tale modo si intende che nelle diagnosi successive alla prima per le aree funzionali dovrà esserci una “strategia di monitoraggio” che, attraverso un’opportuna copertura di sistemi di strumentazione, di controllo e di gestione, faccia in modo che i parametri energetici ad esse relativi possano avere un’affidabilità crescente con la progressiva implementazione di detti sistemi.

Per saperne di più
INCENTIVI
DETRAZIONI
AGEVOLAZIONI

Per promuovere l’efficienza energetica sono a disposizione delle aziende diversi strumenti di incentivazione e agevolazione. E-fase offre al cliente assistenza tecnica e burocratica per la predisposizione ed invio delle pratiche necessarie all’ottenimento di:

Certificati bianchi

Incentivo economico volto a premiare gli interventi che generano un risparmio energetico. Sono Titoli negoziabili rilasciati dal Gestore dei Servizi Energetici in misura proporzionale al risparmio energetico generato.
E-FASE, azienda certificata secondo la normativa 11352:2014 (Esco) ha accesso al Mercato dell’ Energia, questo le consente di effettuare operazioni di vendita dei Certificati Bianchi all’interno del mercato energetico (GME) gestendone i valori dagli stessi generati.

Come indicato nei chiarimenti in materia di diagnosi energetica nelle imprese del novembre 2016 pubblicati dal ministero dello sviluppo economico, le imprese obbligate alla redazione delle diagnosi energetiche ex art. 8 del d.lgs. 102/2014 devono prevedere l’implementazione di un sistema di monitoraggio EMS.

In particolare le imprese dovranno definire l’implementazione del piano di monitoraggio permanente in modo sia da tener sotto controllo continuo i dati significativi del contesto aziendale, che per acquisire informazioni utili al processo gestionale e dare il giusto peso energetico allo specifico prodotto realizzato o al servizio erogato. In tale modo si intende che nelle diagnosi successive alla prima per le aree funzionali dovrà esserci una “strategia di monitoraggio” che, attraverso un’opportuna copertura di sistemi di strumentazione, di controllo e di gestione, faccia in modo che i parametri energetici ad esse relativi possano avere un’affidabilità crescente con la progressiva implementazione di detti sistemi.

Per saperne di più

Consistono in agevolazioni fiscali previste per i contribuenti che sostengono spese per interventi di riqualificazione energetica della propria casa, sugli edifici condominiali, uffici e capannoni. È rivolto sia ai contribuenti privati (IRPEF), sia ai titolari di reddito d’impresa (IRES). Gli interventi di riqualificazione energetica delle singole unità immobiliari possono usufruire di una detrazione dall’Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) o dall’Imposta sul reddito delle società (IRES) fino al 65% delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2018.

Gli interventi di riqualificazione energetica delle parti comuni degli edifici condominiali possono usufruire di una detrazione dall’Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) o dall’Imposta sul reddito delle società (IRES) che può arrivare al 75% delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2021. (cd. “Ecobonus condomini”).

Le imprese riconosciute a forte consumo energetico possono beneficiare di una riduzione della quota in bolletta della nuova componente ASOS (definita dall’Autorità per l’Energia, oneri generali di sistema a sostegno delle energie rinnovabili e della cogenerazione).

Decreto Energivori 2018

Le imprese riconosciute a forte consumo energetico possono beneficiare di un’agevolazione che permette di ridurre parte degli oneri a sostegno delle incentivazioni alle energie rinnovabili e alla cogenerazione (Asos) pagate in bolletta.

Per beneficiare dell’agevolazione le imprese dovono avere un consumo annuo almeno di 1 GWh ed essere un’impresa manifatturiera che:

  • Opera in uno dei settori dell’ Allegato 3 delle Linee guida CE;
  • Opera in uno dei settori dell’ Allegato 5 delle Linee guida CE e hanno un indice di intensità elettrica positivo1 superiore al 20%;
  • È ricompresa negli elenchi delle imprese a forte consumo di energia per gli anni 2013 e 2014 redatti dalla Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA).

Il provvedimento consente di ridurre il differenziale di prezzo dell’energia elettrica pagato dalle imprese più esposte alla concorrenza estera, introducendo anche in Italia le nuove misure rese possibili dall’Europa.

Decreto Gasivori 2018

Il decreto ha la finalità di definire, in conformità agli orientamenti comunitari in materia di aiuti di stato, le imprese a forte consumo di gas naturale che potranno accedere ad un regime di agevolazioni da adottare con successivo decreto ai sensi dell’articolo 21, commi 1 e 2 della Legge europea 2017.

Le imprese riconosciute a forte consumo di energia ai fini dell’agevolazione, le imprese che hanno un consumo medio di gas naturale, calcolato nel periodo di riferimento, pari ad almeno 1 GWh/anno, ovvero 94.582 Sm3/anno (considerando un potere calorifico superiore per il gas naturale pari a 10,57275 kWh/Sm3), e che rispettano uno dei seguenti requisiti:

  • Opera in uno dei settori dell’ Allegato 3 delle Linee guida CE;
  • Operano nei settori dell’Allegato 5 alla Linee guida CE e sono caratterizzate da un indice di intensità gasivora positivo determinato, sul periodo di riferimento, in relazione al VAL ai sensi dell’articolo 4, comma 1 (di seguito: intensità gasivora su VAL), non inferiore al 20%.

Ad oggi non sono ancora definiti i livelli di agevolazione che verranno calcolati in base all’intensità gasivora, gli stessi saranno definiti con successivo decreto del Ministero dello sviluppo economico.