Razionalizzare i consumi energetici in azienda per ridurli sino al 20% installando ICO Power
11 Giugno 2019
ULTIMA NEWSARCHIVIO

Gli interventi di efficienza energetica negli edifici residenziali e industriali e nel settore dell’illuminazione pubblica hanno un ruolo fondamentale per raggiungere gli obiettivi 20-20-20 (riduzione del 20% delle emissioni ed aumento del 20% dell’efficienza energetica entro il 2020) prefissati dall’Unione Europea.

Il risparmio energetico è un tema cruciale nell’industria e nei servizi, specialmente se consideriamo che le imprese italiane sono vittime di un deficit di competitività, dato che il prezzo della energia è superiore del 25% rispetto alla media europea.

Un nuovo sistema sviluppato da ICO Power introduce l’intelligenza artificiale nella gestione e controllo dei consumi energetici di una realtà produttiva prefiggendo degli obiettivi energetici e risparmi immediati e misurabili. Un innovativo sistema in grado di autofinanziarsi grazie ai risparmi generati dall’apparecchio.

La soluzione si basa sull’integrazione di apparati che – ottimizzando la trasmissione della corrente elettrica –portano a risparmi energetici fino al 20% a seconda del carico elettrico. Le informazioni rilevate inoltre permettono di riconoscere anomalie e di intervenire immediatamente in caso di allarmi o per prevenire malfunzionamenti e sprechi.

Come funziona? Per poter definire l’opportunità e la fattibilità dell’intervento di efficientamento energetico è necessario effettuare l’analisi dettagliata dei consumi annuali. Per fare questo è necessario di un sopralluogo. In questa fase, mediante l’utilizzo di idonea strumentazione, si raccolgono le grandezze elettriche e le curve di carico d’impianto per verificare l’applicabilità della soluzione e valutare il beneficio atteso. L’audit viene eseguito in accordo alla normativa di riferimento UNI CEI/TR 11428:2011.

Terminata l’elaborazione dei dati raccolti e avvalendosi dell’esperienza maturata in settori analoghi di industria o impianti similari verrà elaborato uno scenario di efficientamento energetico. A seguito dell’accettazione dei contenuti dello studio di fattibilità verranno concordate e coordinate le modalità di intervento sul sito per l’installazione del sistema di efficientemente previsto. Ultimate le operazioni di inserimento dei dispositivi e delle relative tarature, verranno eseguite le verifiche di rito dai tecnici a seguito dei quali potranno essere verificati i benefici ottenuti dal nuovo sistema installato. Il processo è a titolo gratuito, e viene consegnato al potenziale cliente senza impegno di spesa o di sottoscrizione di un contratto.

Tramite il sistema ICO F proposto, viene organizzato e razionalizzato il prelievo di corrente elettrica attraverso l’introduzione di apparecchiature che regolano, in alcuni casi stabilizzano e modificano il flusso di energia presente sulla rete elettrica interna senza alterare i processi produttivi dell’attività svolta nel sito.

E-fase propone ai propri Clienti la formula del contratto a prestazione garantita con finanziamento tramite terzi.

Un accordo contrattuale tra il Cliente ed E-fase che individua una misura di miglioramento dell’efficienza energetica, verificata e monitorata durante l’intera durata del contratto, dove gli investimenti (lavori, forniture o servizi) realizzati sono pagati in funzione del livello di miglioramento dell’efficienza energetica stabilito contrattualmente o di altri criteri di prestazione energetica concordati, quali i risparmi finanziari.

L’interesse per l’Contratto a Prestazione Energetica deriva dalla possibilità di offrire al cliente finale la garanzia dei risparmi energetici e un accesso facilitato al finanziamento tramite terzi (ESCO), ripagando l’intervento nel tempo grazie ai flussi di cassa conseguiti dalla riqualificazione energetica.

ULTIMA NEWS
NEWS
ARCHIVIO
Regione Lombardia stanzia oltre due milioni per realizzare le diagnosi energetiche in favore di piccole e medie imprese

Fondi a piccole e medie imprese per diagnosi energetiche

La Giunta regionale della Lombardia, su proposta dell’assessore all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, e di concerto con l’assessore allo Sviluppo Economico, Alessandro Mattinzoli, ha deliberato lo stanziamento di oltre due milioni di euro per incentivare le piccole e medie imprese (le cosiddette PMI) a realizzare le diagnosi energetiche. Parallelamente è stata inoltre approvata la convenzione con il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) per il cofinanziamento della relativa misura di sostegno.

Il cofinanziamento regionale e ministeriale

La misura coglie l’opportunità di concedere finanziamenti alle PMI per realizzare la diagnosi energetica o l’adesione al sistema di gestione ISO 50001 della propria sede produttiva mediante l’utilizzo di un cofinanziamento ministeriale del Ministero dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministero dell’Ambiente. Per dare seguito alla relativa misura di incentivazione, sarà pertanto stipulata una convenzione, con cui saranno definite tutte le modalità in base alle quali saranno concessi i finanziamenti alle PMI e sarà erogata a Regione Lombardia la quota di cofinanziamento statale. La spesa prevista ammonta a 2.238.750,00 di cui 1.567.125 euro finanziati dallo Stato e 671.625,00 euro finanziati da Regione Lombardia, da ripartire al 50% sul bilancio 2020 e 50% sul bilancio 2021. La manovra avrà effetto sull’intero territorio regionale.

Il commento dell’assessore Cattaneo

«Regione Lombardia, con l’approvazione di questa delibera, guarda all’ambiente: l’energia più pulita e meno costosa è l’energia che non si consuma. Nel breve periodo, la politica più efficace per il contrasto ai cambiamenti climatici e per la riduzione delle emissioni inquinanti e climalteranti, è l’efficientamento energetico. Si aprono davanti a noi nuove sfide rispetto all’efficienza energetica per evitare sprechi e dispersioni fattore che riguarda tutti i settori economici, a partire da chi produce energia a chi produce beni e servizi. Ecco come un beneficio per il clima diventa anche un’opportunità di sviluppo e di ammodernamento per il nostro territorio».

Il commento dell’assessore Mattinzoli

«Con questo provvedimento confermiamo la nostra attenzione al mondo produttivo. In questo modo teniamo alto il livello non solo dell’efficienza, ma soprattutto della lungimiranza e della capacità di tradurre in atti concreti e utili i bisogni di tutto il nostro tessuto imprenditoriale. Queste misure dimostrano che la Giunta della Lombardia guarda a chi investe e crea lavoro, nel rispetto dell’ambiente con una vision orientata alle future generazioni».

L’Energy Manager nella Pubblica Amministrazione

Gli interventi di efficienza energetica negli edifici residenziali e industriali e nel settore dell’illuminazione pubblica hanno un ruolo fondamentale per raggiungere gli obiettivi 20-20-20 (riduzione del 20% delle emissioni ed aumento del 20% dell’efficienza energetica entro il 2020) prefissati dall’Unione Europea.

Il risparmio energetico è un tema cruciale nell’industria e nei servizi, specialmente se consideriamo che le imprese italiane sono vittime di un deficit di competitività, dato che il prezzo della energia è superiore del 25% rispetto alla media europea.

Un nuovo sistema sviluppato da ICO Power introduce l’intelligenza artificiale nella gestione e controllo dei consumi energetici di una realtà produttiva prefiggendo degli obiettivi energetici e risparmi immediati e misurabili. Un innovativo sistema in grado di autofinanziarsi grazie ai risparmi generati dall’apparecchio.

La soluzione si basa sull’integrazione di apparati che – ottimizzando la trasmissione della corrente elettrica –portano a risparmi energetici fino al 20% a seconda del carico elettrico. Le informazioni rilevate inoltre permettono di riconoscere anomalie e di intervenire immediatamente in caso di allarmi o per prevenire malfunzionamenti e sprechi.

Come funziona? Per poter definire l’opportunità e la fattibilità dell’intervento di efficientamento energetico è necessario effettuare l’analisi dettagliata dei consumi annuali. Per fare questo è necessario di un sopralluogo. In questa fase, mediante l’utilizzo di idonea strumentazione, si raccolgono le grandezze elettriche e le curve di carico d’impianto per verificare l’applicabilità della soluzione e valutare il beneficio atteso. L’audit viene eseguito in accordo alla normativa di riferimento UNI CEI/TR 11428:2011.

Terminata l’elaborazione dei dati raccolti e avvalendosi dell’esperienza maturata in settori analoghi di industria o impianti similari verrà elaborato uno scenario di efficientamento energetico. A seguito dell’accettazione dei contenuti dello studio di fattibilità verranno concordate e coordinate le modalità di intervento sul sito per l’installazione del sistema di efficientemente previsto. Ultimate le operazioni di inserimento dei dispositivi e delle relative tarature, verranno eseguite le verifiche di rito dai tecnici a seguito dei quali potranno essere verificati i benefici ottenuti dal nuovo sistema installato. Il processo è a titolo gratuito, e viene consegnato al potenziale cliente senza impegno di spesa o di sottoscrizione di un contratto.

Tramite il sistema ICO F proposto, viene organizzato e razionalizzato il prelievo di corrente elettrica attraverso l’introduzione di apparecchiature che regolano, in alcuni casi stabilizzano e modificano il flusso di energia presente sulla rete elettrica interna senza alterare i processi produttivi dell’attività svolta nel sito.

E-fase propone ai propri Clienti la formula del contratto a prestazione garantita con finanziamento tramite terzi.

Un accordo contrattuale tra il Cliente ed E-fase che individua una misura di miglioramento dell’efficienza energetica, verificata e monitorata durante l’intera durata del contratto, dove gli investimenti (lavori, forniture o servizi) realizzati sono pagati in funzione del livello di miglioramento dell’efficienza energetica stabilito contrattualmente o di altri criteri di prestazione energetica concordati, quali i risparmi finanziari.

L’interesse per l’Contratto a Prestazione Energetica deriva dalla possibilità di offrire al cliente finale la garanzia dei risparmi energetici e un accesso facilitato al finanziamento tramite terzi (ESCO), ripagando l’intervento nel tempo grazie ai flussi di cassa conseguiti dalla riqualificazione energetica.

Regione Lombardia stanzia oltre due milioni per realizzare le diagnosi energetiche in favore di piccole e medie imprese
19 Novembre 2019
Finanziamenti MISE, 2 miliardi ai Comuni dal 2020 al 2024 per efficientamento energetico: Quota, scadenze, modalità e opere finanziabili
7 Novembre 2019
Nuovo bando di finanziamento per interventi di efficientamento energetico presso i comuni emiliano-romagnoli
29 Ottobre 2019
La Lombardia spinge per l’efficienza energetica: 15 milioni a case popolari
26 Ottobre 2019
I prosumer, chi sono e chi saranno?
24 Ottobre 2019
“Porte aperte” per E-Fase e Risma11 Multifactory, attualità e futuro per l’azienda di consulenza energetica
21 Ottobre 2019
Prestito investimenti conto termico, Cassa depositi-prestiti a sostegno dell’efficientamento energetico locale
14 Agosto 2019
Decreto Crescita, misure per l’efficienza energetica
6 Agosto 2019
E-Fase mette in campo la sua esperienza e assiste i comuni per massimizzare il rendimento degli impianti fotovoltaici
28 Giugno 2019
Ristrutturazione ed efficientamento degli edifici pubblici: come ottenere gli incentivi del Conto Termico GSE
21 Giugno 2019
Energy Management: La consulenza degli esperti di E-Fase per la gestione dei consumi
14 Giugno 2019
la Diagnosi Energetica come base per un percorso di riduzione dei consumi di energia
11 Giugno 2019
Razionalizzare i consumi energetici in azienda per ridurli sino al 20% installando ICO Power
11 Giugno 2019
TREVIGLIO: nuove caldaie nelle case comunali
26 Giugno 2018
L’Energy Manager nella Pubblica Amministrazione
22 Giugno 2018